Qualità della vita e qualità dello sviluppo. L’impegno di Legacoop

I governi dei Paesi membri dell’ONU hanno elaborato un grande piano d’azione da raggiungere entro il 2030. Il programma è composto da 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, che aprono gli occhi sull’allarmante scenario mondiale al fine di ridurre la povertà, combattere la disuguaglianza e fermare il cambiamento climatico.

 

Il modello di sviluppo occidentale non è oggettivamente perseguibile a lungo: un’economia ancorata sul consumo di beni, sugli sprechi e sulla concentrazione delle risorse economiche in mano ad un numero sempre più ristretto di soggetti genera l’aumento delle disuguaglianze e il deterioramento delle condizioni di vita a scapito delle generazioni future.

 

In occasione del 12° Congresso di Legacoop Emilia-Romagna, il presidente Giovanni Monti nel suo intervento, ha affermato che: “Incorporare questi obiettivi nelle politiche e adottarli nelle cooperative e nelle imprese rappresenterebbe un passo avanti verso una economia che si faccia carico della qualità della vita delle persone e non solo della quantità della crescita”. Su ciò l’AsVis (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) sta svolgendo un ruolo molto significativo per sensibilizzare, individuare strumenti utili ad aumentare la consapevolezza delle persone e delle istituzioni.

 

Legacoop Emilia-Romagna parte dal basso: dal 2000 in collaborazione con i territori si realizza un denso programma di lavoro con le scuole superiori e medie per diffondere fra gli studenti i valori cooperativi, far conoscere il tessuto cooperativo locale, realizzare simulazioni di impresa e trasmettere un approccio all’impresa etico e democratico.

 

Nasce da qui Be Sustenable! un percorso dedicato alla diffusione dell’Agenda 2030 e dei Sustainable Development Goals che mette in condizione gli studenti di conoscere e riflettere sul programma dell’ONU, aumentando la consapevolezza delle giovani generazioni e stimolando il loro impegno e il loro protagonismo.

 

Oltre al lavoro che si realizza nelle scuole, Legacoop ha strutturato un blog che dà spazio alla voce dei ragazzi U19 in quanto vettori di cambiamento, portatori di idee e utilizzatori di tecnologie. L’obiettivo del blog è proprio questo: che i giovani scrivano, filmino, disegnino, fotografino la sostenibilità e la non-sostenibilità che li circonda.

 

Legacoop Emilia-Romagna si impegna a fianco di AsVis e delle cooperative associate, che già da tempo lavorano sui grandi temi dell’economia circolare, dell’inclusione sociale e del risparmio energetico, a fare sempre meglio e sempre di più affinché “nessuno resti indietro”.