fase 2 alleanza cooperative emilia-romagna

Fase 2 – Alleanza Cooperative: riaprire le filiere presto e in sicurezza

“Sottoscriviamo il percorso per la riapertura in sicurezza delle filiere produttive che la Regione Emilia-Romagna propone al Governo, al quale spetta il compito di emanare regole e indicazioni valide per tutti, frutto del confronto tra le istituzioni e le rappresentanze sociali all’interno del Patto per il Lavoro”: lo dicono il presidente e i co-presidenti dell’Alleanza delle Cooperative dell’Emilia-Romagna, Massimo Mota, Giovanni Monti e Francesco Milza.

 

“Il metodo del confronto e del coinvolgimento delle parti sociali – proseguono – è un elemento fondamentale per la buona riuscita della Fase 2, tanto a livello regionale quanto nazionale e provinciale. Altrettanto importante sarà la partecipazione e il coinvolgimento dei soci e degli addetti”.

 

“In particolare – osservano i rappresentanti di Alleanza delle Cooperative – concordiamo sulla necessità di superare la logica dei codici Ateco per adottare una visione di filiera e l’opportunità che sia la Regione, in sintonia con le norme stabilite a livello nazionale, ad avere la regia nell’implementazione degli accorgimenti necessari a garantire la sicurezza degli addetti e degli utenti, mentre ai coordinamenti provinciali spetterà il compito di favorirne l’applicazione. Il metodo da seguire deve essere quello che consente di alleggerire il peso delle burocrazie e non il contrario”.

 

“Le cooperative – concludono Mota, Monti, Milza – hanno dato un grande contributo nel mantenere aperti servizi essenziali per le nostre comunità: dall’assistenza agli anziani e, più in generale, alle persone fragili, all’agroalimentare, dalla logistica alla grande distribuzione, dai servizi di igienizzazione e pulizia alla fornitura pasti. Ora si apre una fase nuova che deve essere percorsa con prudenza e con determinazione. Ringraziamo i soci e gli addetti che sono stati in prima linea in queste settimane e ci impegneremo come e più di sempre affinché le attività riprendano in sicurezza e garantiscano a tutte e a tutti lavoro, reddito e diritti”.