Il workers buyout Methis Office Lab guarda al futuro nuove progettualità e nuovo brand

Il workers buyout Methis Office Lab guarda al futuro, nuove progettualità e nuovo brand

Guardare al futuro anticipando il cambiamento, è quello che si propone di fare Methis Office Lab, la cooperativa di Campegine specializzata in progettazione e produzione di pareti ed arredi per ufficio. I luoghi di lavoro sono cambiati, ma la necessità è sempre quella di creare ambienti confortevoli, accoglienti e innovativi, pensati con le persone e per le persone. Methis Office Lab quindi non si è fermata, rilanciando nuove progettualità, originate da una nuova visione e da una nuova veste comunicativa.

 

Si è tenuta nei giorni scorsi l’Assemblea in cui sono stati presentati i dati di bilancio, ma soprattutto le prospettive, le attese, le visioni per i prossimi anni.
La cooperativa, nata come workers buyout nel 2017, oggi conta 23 lavoratori di cui 22 soci. In una congiuntura molto difficile, soprattutto per alcuni settori, tra cui quello dell’arredamento per uffici, Methis Office Lab ha alzato la testa, rilanciando la propria immagine con un’operazione di rebranding e il restyling di tutta la comunicazione coordinata, cha ha contribuito a ridisegnare un’identità forte, coerente, univoca.

 

Il presidente Daniele Tazzioli e il vicepresidente Matteo Pellegrini hanno illustrato il Bilancio, che registra un valore della produzione nel 2020 di 2,3 milioni di euro. Hanno mostrato soddisfazione, nonostante le criticità: “Dal punto di vista economico il fatturato, in conseguenza della emergenza causata da Covid -19, delle chiusure e delle restrizioni, ha subito un calo in parte bilanciato dal contenimento dei costi. Tuttavia l’esercizio 2020 è il primo a chiudere con un risultato positivo, stimolo tangibile a fare sempre meglio e a raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti per il 2021. Un ringraziamento ai nostri soci finanziatori, Coopfond, CFI, Boorea Emilia Ovest, agli Istituti di Credito, nonché ai nostri clienti e fornitori, considerati partner strategici piuttosto che semplici controparti”.

 

All’Assemblea hanno partecipato Michela Bolondi, vicepresidente Legacoop Emilia Ovest, Barbara Lepri, Direttore Generale Legacoop Emilia Romagna, Francesca Montalti, Responsabile Cooperative Industriali di Legacoop.